Result: 1 - 10 of 106

Imposta ordine ascendente
per pagina

Faggioli con benzina Magigas

martedì 4 settembre 2018 16:55:00 Europe/Rome

Simone Faggioli ancora una volta Re di Ilirska Bistrica

con la benzina MAGIGAS nel Campionanto Europeo Montagna (CEM)

Il fiorentino si afferma in tutte le manche e conquista nuovamente la gara slovena

 

Faggioli e Magigas

Read More
Posted By nome cognome

Faggioli e Magigas

giovedì 24 maggio 2018 12:03:22 Europe/Rome

Faggioli vincitore assoluto alla Rampa da Falperra

Faggioli e Magigas

Read More
Posted By nome cognome

Vi aspettiamo al Motor Bike Expo

mercoledì 10 gennaio 2018 10:37:37 Europe/Rome

motor bike expoVi aspettiamo al Motor Bike Expo 2018, the international motorcycle show, a Verona dal 18 al 21 Gennaio.

Siamo al Padiglione 6, Stand 18 N

 

 

Read More
Posted By nome cognome

6 Ore di Vallelunga

lunedì 13 novembre 2017 15:25:55 Europe/Rome

SESTO ALLORO per P.PERAZZINI e M.CIOCI che in equipaggio con M.JENSEN

vincono la XXVII 6H di ROMA corsa con benzina Magigas Endurance

 

6 ore vallelunga 

Roma – Piergiusppe Perazzini, Marco Cioci e Mikkel Jensen, su Ligier JSP3, si aggiudicano la XXVII Edizione della 6h Di Roma corsa con la benzina Magigas Endurance. Il trio della AF Corse ha compiuto 215 giri in 6h01’33”272 alla media di 145,749 km/h., precedendo di una tornata la Wolf GB08 Tornado della Avelon Formula condotta dal duo Ivan Bellarosa e Guglielmo Belotti. Terzi assoluti Francesco Dracone, Jacopo Baratto e Gabriele Lancieri sulla JSP3 della BHK Motorsport. Quinti, e primi fra le GT Aka Arkin, Ulku Umut e Guven Ayhancan (Lamborghini Huracán GT3 - Attempto Racing) mentre vittoria in solitaria fra le Turismo per Filippo Vita e Alessandro Revello (Seat Leon Cup Racer).

 

1° Ora. Nessun scossone al via con il poleman Ivan Bellarosa che prova a fare da lepre e Marco Cioci che ne rimane in scia. Lo start migliore è però quello del turco Umut Ulku con la Lamborghini Huracán della Attempto che si issa in terza piazza assoluta. Sono proprio le GT le vetture più combattive nelle prime frasi con Matteo Bossini (Porsche 997 GT3 R – Autorlando) che in due giri conquista la leadership di raggruppamento mentre la Bmw Z4 nera della Ebam Gedik finisce in testa coda alla curva del Semaforo. Dopo dieci minuti dal verde il primo colpo di scena con la CN2 della Emotion Motorsport del trio Amaduzzi/”Paco”/Malavasi ai box per un problema ad una pinza freno che gli comporta una sosta di quasi cinque minuti. Davanti con tempi sul giro del tutto simili fra le vetture di testa Cioci decide di effettuare il primo dei tre Drive Through obbligatori stabilizzando il distacco dalla testa fra i 25 ed i 27 secondi in base ai primi doppiati. Simile strategia anche per la RGP Motorsport che è partita dall’ultima casella in griglia dopo il problema avuto nella sessione del mattino del sabato che ha compromesso le qualifiche.

2° Ora. La seconda ora di gara si apre sempre all’insegna della sfida al cronometro fra le due vetture di testa, mentre hanno inizio i primi pit stop. Questi rimescolano la classifica fra le Gran Turismo con la BMW Z4 GT3 della Borusan Otomotiv (Biter/Kocabiyik/Ayhan) che passa in testa davanti alla Mercedes AMG GT della MDC Sports (A. Zumstein/M. Zumstein) e alla Lamborghini Huracán. Dietro ai due leader nel frattempo si portano le LMP3 della BHK Motorsport e della RGP. Ottima quinta piazza per la Norma della LP Racing (Cuneo/Magnone/Pirri). Davanti Cioci rientra per il rifornimento rimanendo al volante per un doppio stint. Pochi minuti dopo ed è il turno proprio della vettura di testa che capitalizza l’ingresso della prima Safety Car per il suo rifornimento con Bellarosa che rimane al volante. Ciò che però sul momento è un vantaggio si rivela poche tornate dopo uno svantaggio con la Safety che al rientro lascia ai leader un vantaggio inferiori ai dieci secondi. L’ora si chiude con il secondo passaggio in corsia di Cioci e una nuova Safety Car per la perdita della posteriore sinistra alla Roma della CN2 di Mastroberardino/Leporelli/Di Canossa.

3° Ora. Al restart Cioci è in scia di Bellarosa e i due danno spettacolo ma Cioci riesce ad avere la meglio e a passare in testa. Non riesce tuttavia ad allungare e il distacco si mantiene al di sotto dei cinque secondi. Consolidate sono anche le posizioni subito a ridosso con le LMP3 della BHK e della RGP che si contendono la terza posizione. Per ulteriori scossoni tocca attendere il pit della vettura di testa per le operazioni di rifornimento con Perazzini che subentra a Cioci e si ritrova in un gruppetto di doppiati che gli fanno perdere qualche secondo, salvo poi stabilizzarsi su tempi sul giro solo di poco superiori a quelli di Bellarosa sempre al volante della GB08 Tornado. Cambia tutto invece fra le GT dove è il cedimento di un mozzo a porre fine alle ambizioni di assoluta della Porsche 997 GT3 R della Autorlando Sport apparsa davvero a proprio agio sul tracciato romano, con la Lamborghini che torna a condurre.

4° Ora. Due forature movimentano la quarta ora con a cedere in entrambi i casi le posteriori sinistre sulla Porsche 991 Cup della Racevent (Biolghini/Spiridonov/Scarpellini) e sulla Lamborghini di testa. Fortunatamente nessuna ulteriore conseguenza per i due team che rientrano in pista seppure perdendo parzialmente terreno. A quindici minuti dallo scadere dell’ora ecco il pit della vettura di testa con Belotti che dà finalmente il cambio a Bellarosa, e con Perazzini che passa in testa ma per poco al Tornantino non viene a contatto con la Bmw Z4 della Ebam Gedik che non si era accorta del sopraggiungere del leader. Ruote bloccate ma fortunatamente nessun contatto.

5° Ora. La quinta ora si apre con il nuovo avvicendamento al volante della Ligier LSP3 della AF Corse con Mikkel Jensen al posto di Perazzini, e alla conseguente alternanza alla testa della corsa. Il ventitreenne danese è subito scatenato e gira con un passo di ben tre secondi superiore a quello del battistrada, che al contrario è in difficoltà, riuscendo a recuperare il minuto di distacco che accusava al suo rientro in pista dopo il pit. Il sorpasso, dopo aver migliorato per tre volte il giro veloce in gara arriva dopo 24 minuti. Nel frattempo cambia anche la testa fra le GT dove il trio turco della Attempto è costretto ai box per una nuova foratura sempre sulla posteriore sinistra che curiosamente viene nuovamente sostituita nel giro successivo. Lo scettro di leader fra le GT passa dunque ai fratelli Zumstein con la Mercedes AMG GT della MDC Sports. A metà ora ecco le prime gocce di pioggia con Jensen che decide di effettuare l’ultimo passaggio in corsia box obbligatorio. Passano solo dieci minuti e la pioggia si fa intensa costringendo tutti ai box per passare alle coperture da bagnato con una gara nella gara con questa volta protagonisti i meccanici.

6° Ora. L’ultima ora vive sulla lotta serrata per la supremazia fra le GT con la sfida che si risolve solo negli ultimissimi minuti a favore della Lamborghini dell’Attempto. Cambi gomme, splash di benzina e la pioggia hanno cambiato le posizioni per ben quattro volte. Davanti fila tutto liscio invece per il battistrada che si ferma per un rapido rifornimento a trenta minuti dalla conclusione. Nella stessa occasione, per precauzione, Jensen cambia anche le coperture posteriori ma i rivali della Avelon si accontentano della seconda piazza assoluta e non forzano il ritmo. Meritato terzo podio per il trio della BHK nonostante Cencetti al volante della JSP3 della RGP Motorsport si dimostra il più veloce col bagnato.

 

La 6h di Roma ha anche concluso la stagione della 3h Ecc incoronando campioni di classe GT Adrian e Manuel Zumstein davanti al trio della Ebam Gedik (Mutlubas/Gedik/Gemirli) e la famiglia Bossini. Nel raggruppamento Bronze, riservato alle sport, Checco Malavasi si aggiudica il titolo davanti al compagno di colori Tony Mastroberardino e al duo della LP Racing Filippo Cuneo, Niccolò Magnoni.

 

Read More
Posted By nome cognome

GT italiano a Vallelunga con benzina Magigas

martedì 3 ottobre 2017 10:34:34 Europe/Rome

Dopo la pole la avelon formula si prende anche la gara di imola della 3h ecc corsa con la benzina magigas endurance

E organizzata daL GRUPPO PERONI RACE 

 

Imola (BO) – Sono la visione di gara accorta e il passo costante a premiare Ivan Bellarosa/Guglielmo Belotti (Wolf Gb08 Tornado CNT – Avelon Formula) che a Imola, dopo 77 giri, conquistano la quarta prova 2017 della 3 Ore Endurance Champions Cup, campionato di durata organizzato dal Gruppo Peroni Race corso con la benzina Magigas Endurance. Completano il podio assoluto Francesco Dracone – Jacopo Baratto  alla loro prima nel campionato (Ligier Jsp3 LMP3 - BHK Motorsport) e Adrian Zumstein – Manuel Zumstein (Mercedes AMG GT – MMDCdc Sports), primatisti in raggruppamento Gold, quello riservato alle GT.

 

Partito dalla pole il duo della Avelon Formula ha tenuto a bada nelle prime battute le tre velocissime Ligier Jsp3 di classe LMP3 di Marco Cencetti – Ioannis Inglessis (Team Radical Gp), Dracone – Baratto, e Stephan Rupp (T2 Racing Schweiz, poi risultati vincitori della Endurance Race dello Sports Car Challenge disputata sulal distanza dei 60 minuti e che ha condiviso la griglia). Primo colpo di scena dopo appena una tornata con l’ingresso della Safety Car per il contatto al Tamburello tra la Bmw Z4 GT3 – Borusan Otomotiv Motorsport di Aytac Biter/Levent Kocabiyik/Fatih Ayhan e Marc Weber (Radical Sr3 – T2 Racing Schweiz), con entrambe le vetture fuori combattimento, e l'uscita di pista alla Rivazza di Wolfgang Triller (Porsche 991 GT3 Cup – Kolgbauer Motorsport).

 

Ne approfitta subito la vettura di testa per effettuare la prima sosta, scelta che si rivelerà determinante nell'economia di gara. Alla ripartenza, all'8° giro, subito un bel confronto tra le LMP3 di Cencetti/Inglessis e Dracone/Baratto nel frattempo passati in testa. Buon avvio anche per il trio tutto in famiglia composto da Giacomo, Matteo e Paolo Bossini (Porsche 997 GT3 R – Autorlando Sport), a lungo in lotta a ridosso delle posizioni di testa e alla fine quinti assoluti, alle spalle di Cencetti-Inglessis, quarti nella generale. Il Trio della Autorlando si dovrà però arrendere al gran ritorno della Mercedes GT dei fratelli Manuel e Adrian Zumstein che, dopo i problemi al cambio in qualifica che hanno comportato l’ultima piazza in griglia, in gara sono stati pressochè perfetti risalendo fino alla leadership di raggruppamento e al terzo posto assoluto.

Immediatamente alle spalle dell'equipaggio Autorlando altre due vetture GT, quelle condotte da Philipp Zumstein e Philipp Pfefferkorn (Mercedes SLS GT3 – MDC Sports) e da Ahmet Mutlubas/Yagiz Gedik/Ayhan Germirli (Bmw Z4 GT3 – Ebam Gedik Motorsport). Ottava piazza per Davide Amaduzzi - “Paco” - Francesco Malavasi (Wolf Gb08 CN2 – Emotion Motorsport) che precedono i primatisti di classe Silver, Marco Costamagna/Armando Donazzan (Seat Leon Cup Racer TCR – Rs+A) e il trio Alessandro Revello/Filippo Vita/Samuele Piccin (Seat Leon Cup Racer TCR) che completano la top ten, anche se poi lo stesso viene escluso dalla classifica per irregolarità nella procedura di rifornimento. Travagliatissima la prova dell'equipaggio Filippo Cuneo/Niccolò Magnoni/Luca Pirri (Wolf Gb08 – LP Racing) costretti a lunghe soste ai box e protagonisti di diversi imprevisti, tra cui la perdita della ruota anteriore destra con relativo grande controllo di Pirri, alla fine chiuderanno undicesimi nonostante tutto. Nuova affermazione nel Campionato Italiano Energie Alternative per il trio composto da Mariano Costamagna, Marco Ravinale e Roberto Olivo sulla Seat Leon MKII della RS+A alimentata a GPL. Nonostante le prestazioni inferiori a quelle dei rivali, tutti i piloti sono stati impeccabili così come il pacchetto team/vettura. Fra gli altri colpi di scena l'uscita di pista di Mirko Zanardini/Cosimo Papi/Lorenzo Uttini (Wolf Gb08 CN2 – Duell Race) e il ritiro di Tony Mastroberardino/Giorgio Martinello/Filippo Caliceti (Wolf Gb08 CN2 – Emotion Motorsport), comunque autori di una buona prestazione.

 

Quinto e ultimo appuntamento 2017 fra poco più di un mese in occasione della prestigiosa 6h di Roma quando tutti i concorrenti si sfideranno sulla lunghezza delle 6 ore.

 peroni magigas

Foto: Actualfoto

Read More
Posted By nome cognome

Autosprint e Motosprint

lunedì 24 luglio 2017 12:02:17 Europe/Rome

Luglio 2017 Magigas Extreme Competition su Autosprint e Motosprint - Luglio 2017

 

autosprint e motosprint magigas

Read More
Posted By nome cognome

Alfonsi Racing

mercoledì 28 giugno 2017 11:44:33 Europe/Rome

Mugello. Grande vittoria per il team Alfonsi Racing e Yuri Menchetti al Mugello con benzina Magigas X-Rider 

alfonsi Racing e Magigas

Read More
Posted By nome cognome

Magigas e Rally Piston Cup

mercoledì 28 giugno 2017 10:37:42 Europe/Rome

Accordo con Rally Piston Cup.

Read More
Posted By nome cognome

Gp di Lombardia con Race Storm MX

mercoledì 28 giugno 2017 09:36:19 Europe/Rome

NEL GP DI LOMBARDIA VITTORIA IN GARA DUE E ANCORA UN PODIO PER SIMONE FURLOTTI con benzina Magigas Race Storm MX

 

race storm MX


E’ un buon periodo quello che sta passando il Team SM Action Yamaha. Un periodo dove sia il Team che i piloti si stanno prendendo belle soddisfazioni (addirittura due piloti in testa per un giro in gara due) ed anche quei risultati che erano in programma a inizio stagione.
In questa sesta prova dell’Europeo EMX250, è rientrato anche Simone Zecchina, finalmente guarito dalla contusione allo sterno subita in allenamento un paio di mesi fa.
Certamente la sabbia del tracciato di Ottobiano, combinata con il gran caldo di questo fine settimana, non è stata la situazione migliore per un rientro alle gare, ma Zecchina ha passato a pieni voti questa prova.
Come a pieni voti, anzi pienissimi, è stata la prova di Furlotti che dopo la vittoria quindici giorni fa in terra russa, ha conquistato un altro importante podio.
 
Sempre fra i primi due fin dalle prove libere e cronometrate, Furlotti ha affrontato gara uno convinto di poter fare bene ed avere “il polso” giusto per vincere. Purtroppo in gara uno, al primo passaggio, è soltanto ottavo ma la sua condizione atletica, gli permette di recuperare sui primi e chiudere la prima gara terzo.
 
Allo strat di gara due, è secondo alle spalle di Simone Zecchina, suo compagno di squadra, ma già al primo passaggio prende le redini della manche e non le molla più fino al traguardo. La sua vittoria è schiacciante perché rifila ben 27 secondi e passa a Morgan Lesiardo che gli arriva alle spalle e che con questo piazzamento, toglie a Furlotti la vittoria di giornata.
Ora i punti di distacco dal primo sono 19 ma mancano ancora tre gare alla fine del Campionato e domenica, in Portogallo, c’è già un’altra opportunità per recuperare.
 
Come dicevamo in precedenza, in questa gara è rientrato Simone Zecchina. La pista dura e sabbiosa dava qualche dubbio sulla tenuta fisica di Zecchina ma già dalle prove questi dubbi sono stati subito fugati. Zecchina ha strappato il nono tempo nelle Cronometrate del Gruppo1 e rimane 16esimo per cinque giri in gara uno prima di prendere la via dei box per un calo fisico.
Calo fisico che però non c’è stato in gara due, perlomeno non come quello della prima manche. Partito davanti a tutti, Zecchina ha corso con intelligenza. Non ha forzato, ha tenuto duro ed è stato premiato con i punti presi per il 12esimo posto finale che fanno tanto al morale.
 
SIMONE FURLOTTI #957
“In questo fine settimana mi sono trovato un po’ in difficoltà solo nella giornata di sabato. Allo start di gara uno sono partito intorno alla settima/ottava posizione ma ho faticato nei primi giri. Poi ho trovato un buon ritmo e sono risalito fino alla terza piazza. Ho provato ad attaccare il secondo ma non ho voluto rischiare e mi sono accontentato del terzo posto nonostante il gran caldo che mi ha dato molto fastidio. Meglio gara due di domenica dove sono riuscito a partire davanti a tutti imponendo il mio ritmo. Ho vinto la manche e sono salito ancora una volta sul podio da secondo classificato. Avrei preferito la vittoria ma va bene così perché sono molto soddisfatto della velocità e vedo che ad ogni manche posso essere protagonista”.
 
 
SIMONE ZECCHINA – #40
“Come prima gara dal rientro dall’infortunio, direi che è stata positiva. Sabato non ero contento perché mi sono trovato in debito di fiato ed ho dovuto fermarmi. Invece domenica è andata decisamente meglio. In gara due ho fatto un ottimo start e mi sono trovato davanti a tutti e sono riuscito a stare con i primi per alcuni giri. Pensavo di essere costretto a mollare per la stanchezza ma ho tenuto duro ed ho chiuso 12esimo. Rispetto alla giornata di sabato, la domenica e andata decisamente meglio. Ora devo cercare di recuperare in fretta il 100% della forma fisica e prendere il ritmo gara che avevo prima di farmi male. Ho una ottima squadra al mio fianco che ad ogni gara mi fornisce una moto sempre in ordine ed efficiente e ci tengo a dare loro qualche soddisfazione”.
 
EMANUELE GIOVANNELLI – Team Manager
“Gran bella giornata conclusa con la vittoria di gara due da parte di Simone Furlotti. Primi giri da cardiopalma perché siamo scesi a Ottobiano con due piloti (Simone Furlotti ed il rientrante Simone Zecchina) ed entrambi erano al comando della manche. Zecchina ha dimostrato di avere un buon passo nonostante il lungo periodo di stop. E’ ancora lontano dalla sua vera codizione fisica, ma ho visto che è sulla strada giusta. In classifica generale Lesiardo ha guadagnato due punti sul nostro Furlotti ma noi siamo li, pronti a sfruttare tutte le occasioni che si presentano. Domenica prossima saremo in Portogallo per una nuova puntata di questo Campionato. Ripeto: i nostri piloti sono carichi e concentrati per ottenere il meglio passibile”.
 

Read More
Posted By nome cognome

Tourist Trophy e Magigas

martedì 27 giugno 2017 09:57:10 Europe/Rome

a Paton S1-R con la benzina X-Rider 102 Ottani trionfa al Tourist Trophy, nella categoria Lightweight con il pilota inglese Michael Rutter.

 

 Non è soltanto una questione di “fisica”, e di leggi apparentemente stravolte, non è solo una questione di coraggio, di meccanica e di perfetti equilibri ma è anche una questione di “chimica”, sì perché a trionfare al TT 2017 nella categoria Lightweight con l’italianissima PATON S1-R è stata anche un’altra realtà italiana che con la sua benzina X-Rider 102 ottani (a norma FIM) ha dato potenza e affidabilità permettendo al pilota inglese Michael Rutter di vincere.

 

MAGIGAS è alla sua prima partecipazione alla gara su strada più famosa del mondo e con questa incredibile vittoria afferma ancora una volta la qualità e l’affidabilità dei propri prodotti. La collaborazione con Paton (e la SC-Project, da poco proprietaria del marchio) è iniziata solo 1 mese prima della gara ma l’intesa è stata immediata ed è stato subito possibile tirare fuori il meglio dal motore e da tutto il team permettendo ai piloti Michael Rutter e Stefano Bonetti (fermato solo da un guasto meccanico dopo aver realizzato il miglior crono il venerdì precedente la gara) di esprimersi al meglio.

Read More
Posted By Magigas

Result: 1 - 10 of 106

Imposta ordine ascendente
per pagina